Addis Abeba (Etiopia)

Miei carissimi amici della Parrocchia S. Paolo

Pace e Bene nel Signore Gesù.

Finalmente sconfitta la pigrizia prendo la penna per scrivervi. Prima di ogni cosa,
grazie per le vostra amicizia e il vostro costante ricordo. Ricevo sempre notizie da Parma
che mi fanno tanto piacere. Ringraziamo il Signore per la nostra Diocesi che è sempre
così attiva, così Missionaria e così attenta ai segni dei tempi. Il Signore ci ha dato
un’altra Beatificazione, un nuovo mezzo di sprone e incoraggiamento a seguirlo sulla
loro scia. C’è tanto bene che rimane nascosto, mentre oggi fra tanto male sarebbe bello
metterlo più in evidenza, attraverso i media, per far vedere alla società che ci sono tante
persone, tanti giovani buoni, generosi, sani che fanno tanto bene.

Io cosa debbo dirvi, ringrazio il Signore che mi dà ancora tanto entusiasmo e
salute necessaria per continuare ad essere una presenza attiva fra i Suoi poveri.

Quest’anno è stato anche un pò speciale: ci sono stati diversi cambiamenti nella
nostra Comunità e noi due suore più anziane ne abbiamo risentito un pò perché ci
hanno chiesto di cambiare Comunità. Io sono ora in Casa Provinciale, sempre in Addis
Ababa e l’altra sorella è fuori in un’altra Missione. Per me andare lontano non è più il
tempo per i tanti bisogni che ho per la salute e dicevo sempre che gli alberi vecchi non
si trapiantano. Comunque va bene così è il Signore che mi fa camminare come vuole
Lui perché Lui sa qual è il meglio . Infatti, dopo qualche settimana che mi trovavo qui mi
si è bloccato il ginocchio destro per cui non potevo camminare. Provvidenza perché mi
hanno potuto soccorrere subito, ora sto molto meglio e posso camminare col bastone.
Spero di riuscire a migliorare lentamente e così riprendere la mia attività. Avevo proprio
bisogno di fermarmi un pò e pregare di più e così vi dico la verità che sono contenta e
vedo la Mano attenta di Dio che mi guida sempre verso di Lui. Una preghiera per me.

Voi siete sempre nella mia preghiera e chiedo a Gesù di concedervi le grazie che
desiderate ciascuno in particolare, cominciando dal Parroco e via, via tuta la Parrocchia.

Buona Natale ricco di grazie e benedizioni.
Buon Anno 2011 portatore di pace e serenità.

Un abbraccio a tutti.
Sr M. Sarina Nici